Italiani sempre più sporcaccioni e disinibiti

Gli abitanti di ogni epoca credono che la propria sia sempre l’epoca migliore, la più evoluta, oppure alla stessa maniera la peggiore e quella meno in grado di fare fronte ai problemi.

Anche per quanto riguarda il sesso ci si può rivolgere la stessa domanda e chiedersi: l’attuale grado di disinibizione degli italiani è paragonabile a quello degli italiani di alcuni decenni fa o anche di soli pochi anni fa?
È davvero difficile riuscire a esaminare la sedia su cui si sta seduti. Sarebbe più semplice alzarsi, allontanarsi di qualche metro e osservare con attenzione il nostro strumento di seduta e dopo un po’ iniziare a fare le nostre considerazioni.

La cronologia dei film porno italiani può sicuramente rappresentare metaforicamente questo processo osservativo appena esposto. Le sceneggiature dei film e soprattutto le azioni erotiche filmate possono senza dubbio riflettere l’andamento dei processi evolutivi in atto nel corso degli anni, che vanno a coinvolgere una sempre maggiore disinibizione del pubblico.

Se dobbiamo esprimerci in base a ciò che vediamo nei nostri monitor, possiamo dire senza ombra di dubbio che ‘Sì, gli italiani, indistintamente uomini e donne, stanno diventando sempre più porci’.
Ma dove, esattamente, i nostri connazionali esprimono al meglio la propria disinibizione e la propria essenza di porci?

Abbiamo esaminato tutto il vasto campionario di Film porno italiani su videopornoitalia.it e abbiamo interpellato le ragazze della nostra redazione che di sesso se ne intendono davvero per professione (nel senso più autentico del termine) e ora siamo in grado di esprimerci autorevolmente in materia, affermando che, mai come in questa ultima decade, gli italiani amano fare, o desidererebbero ardentemente fare, le seguenti cose:

  • Avere un rapporto con due donne insieme, che non necessariamente devono essere lesbiche e di cui una non necessariamente deve essere la propria partner abituale. Questo è un must erotico per ogni uomo, che tuttavia si viene a presentare nella realtà con rarissima frequenza;
  • Scegliere insieme alla propria donna abituale un bull, o toro da monta, attraverso cui farsi cornificare dalla moglie e osservarla mentre si intrattiene, verga in corpo, con questo soggetto terzo che, fra le altre cose, potrebbe anche esigere dallo stesso marito manipolazioni digitali e orali a carico dei propri testicoli, prossimi a svuotarsi nelle viscere coniugali.
  • Organizzare disinvolte gang bang in onore della propria moglie, dove, davanti a lui, una moltitudine di uomini dal cazzo sbavante ambiscono al riempimento degli orifizi nuziali;
  • Avere una relazione gay o lesbo extraconiugale (e questo vale sia per le donne che per gli uomini), per esperire nuove sensazioni e soprattutto per accademica curiosità;
  • Intrattenersi in allegri scambi di coppia, inframmezzando scopate incrociate bisessuali con brillanti conversazioni mondane davanti a un rassicurante mojito.
  • Attendere l’orario di lavoro della moglie per avviare sessioni di Skype con emeriti sconosciuti, davanti ai quali esibirsi in onanistici travestimenti con indumenti intimi della moglie;
  • E per finire, questo solo per le casalinghe, attendere l’orario professionale del partner, per dilettarsi anche gratuitamente in spettacoli autoerotici in webcam a uso di spettatori sconosciuti, perlopiù vedovi e maturi segaioli.

Ecco, queste ci sono sembrate le principali categorie merceologiche all’interno del quale inserire le disinibizioni italiane di questi anni. Sicuramente esistono molte configurazioni sessuali che qui non sono state annoverate, ma che secondo il nostro parere possono essere inserite con piccolo sforzo nei gruppi esistenziali appena descritti.
Rimaniamo comunque a disposizione per eventuali aggiornamenti della lista.

Lascia il primo commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.