Come squirtare di piacere

Si parla spesso di eiaculazione maschile come prova provata del raggiungimento del piacere finale dell’uomo durante un rapporto sessuale o l’atto di masturbazione. In realtà, anche le donne possono “eiaculare” o, meglio, prendendo in prestito un termine dal vocabolario inglese, le donne possono fare “squirting”.

La pratica dello squirting prevede la fuoriuscita di umori dopo la stimolazione vaginale, sia autoindotta, sia messa in pratica dal partner. Detto in maniera più rude, sappiate che anche le donne sborrano, proprio come gli uomini. Ovviamente, dalla passera non esce sperma, ma liquido trasparente, anche in quantità abbondanti. Molte professioniste del telefono erotico praticano lo squirting. Lo spruzzo è forte, lungo e che si accompagna all’orgasmo. Squirtare dipende, fondamentalmente, anche dalla volontà di godere, fino a farlo vedere anche all’esterno del proprio corpo.

Non tutte le donne riescono a essere padrone del proprio corpo e a squirtare come se non ci fosse un domani.

Ecco come procedere, affinché si sborri, proprio come fa un uomo: per prima cosa, è necessario esercitarsi, sia da sole, sia in compagnia, in modo da scoprire tutte le sensazioni collegate alla propria vagina, anche in relazione al cervello. Stimolatevi – o fatevi toccare – lentamente durante le prime esercitazioni e aumentate l’intensità della masturbazione a seconda del piacere che intendete provare.

Dopo esservi esercitate, potete optare per la lubrificazione, qualora la vostra figa non sia sufficientemente bagnata. Potete scegliere gel a base d’acqua. Osservatevi anche con uno specchio, in modo da capire come ci muoviamo e cosa accade lì sotto durante la stimolazione con ditalini, dildo o vibratori di diverse misure. Potete anche vedere come reagisce la vagina durante un cunnilingus.

Durante questi esercizi, è importante anche scegliere la giusta posizione, che sia comoda e che permetta di rilassarsi. Una di queste può essere quella in cui vi stendete sulle spalle con molti cuscini, tenendo la testa sollevata o quella in cui vi accovacciate, come se voleste fare pipì. Iniziate ad esplorare la vagina, la vulva, sia interamente che esternamente, in maniera tranquilla e pacata, senza ansia di apprendimento istantaneo.

Nella fase di stimolazione, è fondamentale saper usare al meglio le proprie dita o quelle del partner o, in alternativa, il sex toy. Esercitate, dunque, una pressione in avanti, all’entrata della vagina, verso la pancia, spingendo senza forzare, in modo dolce. Usate il dito medio per fare una leggera pressione sulla parete anteriore. Intanto, provate a spingere con i muscoli vaginali, fino a quando non spruzzerete di piacere. Prima di masturbarvi, o farvi stimolare dal vostro partner, magari bevete un litro d’acqua che aiuta molto a squirtare. Prima di ”sborrare” sentirete una sensazione di piacere, mista a voglia di fare pipì: sarà in quel momento che dalla vostra vagina uscirà una fontana di liquido trasparente.

Lascia il primo commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.