Bukkake, cos’è e in cosa consiste questa pratica

La pratica sessuale di gruppo che consiste nell’eiaculare su una singola persona, di solito donna, posta al centro e quasi sempre in ginocchio, si chiama bukkake.

Un po’ di storia sul bukkake

Le sue origini sono lontane e ci giungono dall’antico impero giapponese. Era una tipica condanna inflitta a donne colpevoli di adulterio o di piccoli reati contro la legge, eseguita in pubblico e con la quale si marchiava la donna a vita, in quanto da quel momento in poi veniva di fatto esiliata dalla vita comunitaria.
Il termine bukkake è dunque di origini giapponesi e ci arriva dal verbo bukkakeru, ovvero ‘bagnare, colare’.

Il bukkake compare per la prima volta in un film porno verso la metà degli anni ’80 in Giappone, terra nativa della pratica nata a scopi legislativi. In realtà l’esordio nella cinematografia di tale pratica è la diretta conseguenza della censura giapponese che vieta la ripresa degli organi genitali, se non pixelati, mentre non oppone veti sulla ripresa dello sperma. Questa è anche la ragione per cui il porno giapponese sottolinea più di ogni altra cinematografia nazionale, il corpo e il volto delle donne coinvolte in tutte le scene.
Da quel momento la pratica ha conquistato sempre maggiore popolarità, arrivando negli anni ’90 anche negli Stati Uniti e in Europa e annoverando sempre più appassionati di questo genere porno di nicchia.

Aspetti tecnici del bukkake

Su digisesso.com puoi trovare decine e decine di scene complete di bukkake, con le attrici in ginocchio fra gruppi numerosissimi di uomini. Solitamente la pratica consiste nell’eiaculare sulla volontaria che attende premurosa, uno alla volta, o anche in più soggetti in contemporanea. La macchina da presa compie un unico piano sequenza a garanzia della bontà e della genuinità del bukkake. Con gruppi numerosi, che possono raggiungere anche le centinaia di individui, la donna sul finale si ritrova completamente ricoperta di sperma, tanto da essere quasi irriconoscibile, fatto che soltanto un unico piano sequenza può essere in grado di testimoniare con fedeltà.

Il centro della scena di questa pratica è solitamente una donna, rimanendo dunque coerenti con i canoni giapponesi storici e filmici, tuttavia il porno (e digisesso.com ne ha una vastissima scelta) ci propone bukkake anche gay, dove un uomo inginocchiato al centro accoglie su viso e corpo le eiaculazioni di altri uomini.
Un’altra variante della pratica è l’assunzione dello sperma così ottenuto da parte della donna o dell’uomo. Raccolto dalla propria pelle, aiutandosi con un recipiente di vetro trasparente, o direttamente eiaculato all’interno del cavo orale, lo sperma viene infine ingoiato, magari dopo un lungo gargarismo schiumoso o altro gesto plateale rivolto verso la camera che inquadra.

Infine, forse un po’ più rara come pratica sessuale, ma comunque ricercatissima dagli amanti di questo genere di porno, è il bukkake lesbo. La configurazione degli attori anche in questo caso si mantiene classica con la protagonista al centro e le altre attrici (spesso semplici comparse) intorno. In questo caso, però, lo sperma è sostituito dall’urina.

Lascia il primo commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.